Emergenza Coronavirus e didattica a distanza – Condivisione di buone pratiche e percorsi didattici/f

Prima attività

Valore aggiunto della didattica a distanza, pur nei limiti dell’approccio relazionale di questo metodo di insegnamento rispetto a quella in presenza, potrebbe essere per gli alunni un più veloce processo di autonomia nello studio, di maturazione critica e di senso di responsabilità. I saperi, più che di progetti a latere, meritano in questa fase di essere rivisti proprio nell’esaltazione critica dei discenti.

La casa, da forza centrifuga per la vita sociale, si è trasformata per interi mesi nell’ universo di tutte le esperienze quotidiane. Da qui prendono il via nuove opportunità di comprensione concreta degli argomenti oggetto di studio.

Nel curricolo di Storia dell’Arte è stata proposta un’attività con la finalità di invitare a confrontare la propria vita con i capolavori della pittura e della letteratura (con incursioni anche nella storia del cinema e della fotografia).

Titolo di quest’esperienza didattica è “L’esagono della civetta”: i ragazzi vivono in questo periodo senza bussola temporale, come le civette, e fanno della loro casa, giocoforza, luogo reale e ideale insieme, come l’esagono è la geometria perfetta per le celle delle api. Ogni lato dell’esagono racconta un ambiente domestico: la finestra (lo sguardo oltre), la camera da letto (tra sonno e sogno), la cucina (dalla colazione alla cena), la toilette (la cura di sé), lo studio (il piacere della lettura), in giro per la casa (le faccende domestiche). Si procede, in fase di costruzione dell’attività, a recuperare o ricercare fonti iconiche riferibili a ogni percorso, con l’accompagnamento di testi letterari fatti propri attraverso prove di recitazione. Gli strumenti utilizzati sono i testi di storia dell’arte e di letteratura, i siti di arte da internet, il telefonino per la registrazione audio dei brani, il computer per il montaggio (video e audio) dei documentari.

Introduzione- https://youtu.be/_THRlXQ74AA 
Primo percorso- https://www.youtube.com/watch?v=VzNawZPke0o&feature=youtu.be
Secondo percorso- https://www.youtube.com/watch?v=zc3Wsgu_vSI&feature=youtu.be
Terzo percorso- https://www.youtube.com/watch?v=LNI8OujxWcs&feature=youtu.be
Quarto percorso- https://www.youtube.com/watch?v=1jzTmXZVyag&feature=youtu.be
Quinto percorso- https://www.youtube.com/watch?v=ZMJmtCS3WjI&feature=youtu.be
Sesto percorso- https://www.youtube.com/watch?v=-hfmA9uH7BM&feature=youtu.b

Seconda attività

La vita forzata tra le quattro mura domestiche chiude le relazioni fisiche al mondo ma apre, paradossalmente, come non mai, a rapporti con oggetti che ogni giorno si incontrano nelle stanze della casa e con riflessioni che come rigurgiti escono allo scoperto.

L’attività “Abitare le parole” è un invito di scrittura creativa, finalizzato a una pubblicazione a stampa, a cercare e analizzare il microcosmo di una parola a simbolo di un intero periodo di isolamento indesiderato. Una parola che sintetizzi le caratteristiche di una casa, capace di accogliere, proteggere, sfamare. Astratta o concreta, da sviscerare nei suoi vari livelli, da quello denotativo (significato neutro) a quello connotativo (calato nelle esperienze del diretto interessato), fino alla connotazione (relazionandosi con il mondo di prima o quello che sarà). Una sorta di autoanalisi mascherata dietro l’analisi di quella parola.

"Abitare le parole" file in allegato

Terza attività

"Matematica in casa" La matematica ai tempi del coronavirus file in allegato